Bertina Lopes | il Cerchio della Vita

COMUNICATO STAMPA

L’Assessorato alla Cultura della Provincia di Caserta sostiene l’iniziativa “IL CERCHIO DELLA VITA”.

invitobertinalopes

Si tratta di una rassegna multimediale che lega uno dei paesi più grandi dell’Africa all’Italia, il tramite per raccontare questo legame è la famosa artista che vive da 40 anni in Italia: Bertina Lopes.

Nata a Maputo, la capitale del Mozambico, da padre portoghese e madre mozambicana, Bertina Lopes si è affermata come una artista internazionale, sinonimo di Pace e Solidarietà.

Grazie ai suoi legami profondi con il Mozambico, il Portogallo e l’Italia, attraverso le sue opere, Bertina Lopes è diventata un ambasciatore di solidarietà in molti paesi: dalla Germania all’ex-URSS, da Cuba all’Angola, dalla Finlandia alla Svezia, dagli Stati Uniti alla Spagna, dalla Grecia al Brasile.

Con la sua arte il messaggio di Bertina irrompe con forza tra la gente, coinvolge lo spettatore, parla una lingua universale che trasmette valori universali.

L’aiuto per i più deboli, la lotta alla fame, il ripudio della guerra, la rivolta contro ogni forma di violenza, l’emancipazione della donna, sono le tematiche che attraversano le opere di mezzo secolo.

“Non si può restare indifferenti davanti a una forma espressiva così totale, così coinvolgente. Le opere di Bertina stupiscono per la capacità che esprimono di raffinate tecniche unite da una grande passione”, ha detto il Ministro per i Beni Culturali, Francesco Rutelli, visitando due mesi fa la precedente esposizione di Bertina Lopes all’Archivio di Stato a Roma.

Oggi le opere di Bertina tornano nella suggestiva cornice del Museo Campano di Capua, grazie al contributo determinante della Provincia di Caserta.

L’esposizione si basa sulla convivenza di varie forme di comunicazione, così, accanto alle imponenti opere di Bertina Lopes, ci sono documentari descrittivi della sua vita artistica e documenti originali girati in Mozambico dal regista Joe Amodio: strumenti video che descrivono con efficacia la realtà del paese africano.

E’ un modo per far conoscere una realtà lontana, attraverso l’accostamento di una forma espressiva pura, come le tele di un pittore, e una dimensione più didascalica, come dei formati televisivi originali.

Bertina Lopes ha voluto accettare la richiesta dell’assessore Tiziana Panella di trovare nella sua attività artistica una forma di espressione legata alle famose sculture delle madri presenti nel Museo e di fare dono di una tela al Museo Campano. La scelta dell’artista è caduta su una delle sue più preziose opere, “Maternità”, dipinta negli anni ’70, che è stata esposta nella più importante galleria di Madrid, “Juana Mordò”, la stessa che ha ospitato numerose opere di Picasso. E’ una testimonianza in più dell’impegno di Bertina Lopes che tanto ha manifestato per l’emancipazione della donna.

“Bertina è donna di pace –ha dichiarato l-Assessore Panella- è voce di donne che vogliono un futuro migliore per i propri figli. Bertina è Mamma B, perfetta mamma tra le madri del nostro museo”. ” Siamo grati a Bertina Lopes –ha aggiunto il Presidente De Franciscis- per aver voluto impiegare il suo immenso talento su un tema stavolta “dettato”, quello delle Madri.

L’ambasciatore del Mozambico, Francisco Cigarro, ha accolto con grande piacere l’iniziativa di solidarietà promossa dalla Provincia di Caserta per la raccolta di fondi presso le scuole elementari della provincia da devolvere a una scuola in Mozombico. D’intesa con l’ambasciatore è stata individuata nel paese africano una realtà scolastica che ha bisogno di aiuto e sostegno e i fondi raccolti serviranno a acquistare mobili, libri, materiale didattico e cibo.

La mostra “Frammenti di terre lontane – La realtà del colore” è organizzata dalla Globo Multimedia everrà inaugurata martedi 9 e resterà aperta al pubblico, che potrà visitarla gratuitamente fino al 28 gennaio 2007.

All rights reserved. Copyright 2013 | Pino Nazio